fbpx

Perché dovrei prendere una guida?

Per svariati motivi!

Non devi impiegare tempo a scegliere e pensare un percorso e ti puoi godere l’escursione serenamente e in sicurezza. Soprattutto una guida saprà farti vivere un’esperienza unica, facendoti assaporare al meglio il territorio in cui state camminando. Non da meno sarai in un gruppo e sarà facile fare nuove conoscenze che sicuramente arricchiranno la giornata!

Chi può partecipare?

Praticamente tutti, bisogna però che tu faccia un’autovalutazione sulle tue capacità e il tuo grado di allenamento per scegliere il livello di escursione che più ti si addice!

In quanti é possibile partecipare?

Per offrirti il miglior servizio possibile abbiamo deciso di limitare il numero di partecipanti a 20 per ogni guida. Le carovane non ci piacciono.

Che livello hanno le escursioni?

Le escursioni che vi proponiamo sono state divise in 4 livelli in base alla lunghezza, al dislivello positivo ed al tipo di terreno:

Facilerrimo: escursione adatta a tutti, ma proprio a tutti. Per non venire dovresti non saper camminare e anche in quel caso ti insegneremo noi. Percorsi brevi, praticamente senza salite e su sentieri che assomigliano più a strade.

Facile: anche questa escursione per tutti, basta avere un po’ di fiato perché qualche km in più lo facciamo (meno di 8, dai!). Ci sarà qualche salita (D+ 200) ma per affrontarle non devi essere un supereroe della Marvel.

Medio: qui per partecipare ti serve un po’ di allenamento! Quasi sempre sopra i 10 km con dislivelli fino a 500 metri di Dislivello positivo. Sono le escursioni che ti inizieranno a portare su vette e crinali.

Difficile: ne facciamo poche perché sono faticose anche per noi ;). Si cammina tanto (+15km), e si sale tanto (D+ 800). I sentieri saranno stretti e tortuosi e bisognerà “saper dove mettere i piedi”.

Sono escursioni per chi é già un trekker rodato, sicuramente impegnative ma che offrono grandi emozioni e soddisfazioni a chi le affronta!

Che cos'é il dislivello positivo?

E’ un dato che diamo per indicarti quanta salita troverai (la discesa ci interessa meno, nel peggiore dei casi rotoleremo a valle insieme). Per aiutarti a capire: se abiti al secondo piano di una palazzina per entrare in casa fai circa 8 metri di dislivello positivo.

Come mi devo vestire?

Come diceva la mamma: a cipolla!

Cioé a strati in modo da affrontare al meglio sbalzi termici e le varie situazioni meteo.

Intimo tecnico a contatto con la pelle, strato intermedio ed un antivento sopra.

Un consiglio: se puoi evita il cotone: una volta che ci sudi si bagna e diventa piuttosto fastidioso.

Mi raccomando le scarpe! Scarponcini da trekking obbligatori!!!

E se piove?

Non avete mai camminato sotto la pioggia? dovreste provarlo!

Ritrovarsi in un bosco con la pioggia può essere un’ esperienza decisamente intensa e affascinante.

“Non esiste cattivo tempo ma solo cattivo equipaggiamento” dice un vecchio detto. Per vivere al massimo questa esperienza è sempre opportuno portarsi dietro qualcosa di impermeabile, perché si sa’, in montagna il tempo cambia molto in fretta.

Che tipo di zaino serve?

Per un escursione giornaliera ti basta uno zaino da 30 Litri di capienza; raccomandiamo uno zaino che abbia la cintura addominale per meglio distribuire il peso.

Ti consigliamo di organizzare il carico al suo interno mettendo il materiale più leggero sul fondo e il più pesante in cima. Gli oggetti che usi più spesso invece posizionali su tasche laterali o in quella superiore.

Cosa metto nello zaino?

Tutto quello che vuoi, però attento al peso!

Sicuramente non deve mancare:

Scorta d’acqua (1l o più a seconda del tipo di escursione)

  • Snack o barrette energetiche
  • kway
  • coltellino multiuso
  • crema e occhiali da sole

Cosa mi porto da mangiare?

Evita cibi pesanti (lasagne e parmigiane di melanzane lasciamole a casa).

Panini, barrette energetiche, frutta fresca e secca per un pranzo all’aria aperta sono perfetti!

"I monti sono maestri muti che fanno discepoli silenziosi"
J.W. Goethe

Area contatti